Paura per la realizzazione della cava: ad Alezio in 300 protestano

[ FONTE: lecceprima.it ]

Il comitato civico si è mobilitato per dire “no” alla cava d’argilla, al confine coi territori di Gallipoli, Matino, Taviano e Parabita

ALEZIO –  In oltre 300 in strada per protestare contro la realizzazione della cava d’argilla, nel territorio di Alezio, in località “Arpa”. Il Comitato civico si è infatti mobilitato per manifestare il proprio dissenso alla costruzione della cava, nelle campagne al confine con Gallipoli, Parabita, Taviano e Matino, destinata alla produzione di cemento e dà la parola agli esperti. Si è svolta domenica 20 maggio la manifestazione del Comitato Civico “Salviamo l’Arpa”, con un corteo che ha visto il coinvolgimento di circa 300 persone, tra associazioni e privati cittadini, e che dal sagrato della Lizza ha attraversato le strade del paese fino al Parco Don Tonino Bello.

“Fermiamo il consumo di suolo” dicono i membri del Comitato, citando dati dell’Ispra : “Ogni 5 secondi 1 metro quadrato di terra in Puglia scompare”.  Sostengono inoltre la necessità di un differente modello di sviluppo, che concili economia, tutela della salute, del paesaggio, dei beni artistici e culturali del nostro paese. Intervengono per fornire informazioni e dare sostegno al Comitato Marcello Seclì, Presidente di Italia Nostra Sud Salento e il Carmine Cerullo, oncologo e responsabile del Progetto Geneo per  Lilt, Lega Italiana per la lotta ai tumori. Il progetto riguarda il monitoraggio delle condizioni dei suoli e la correlazione tra condizione del suolo e diffusione di patologie tumorali… continua a leggere

 

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *